post

Terza d’andata

Terza sconfitta contro la Basket School

SC Gravina – Gold & Gold Messina: 59/65
Parziali
: 19-25, 11-4 (30-29), 18-24 (48-53), 11-12

Sport Club Gravina: Fodale ne, La Mantia, Barbera 10, Spina 6, Mastrandrea ne, Florio 13, Santonocito 21, Spampinato 4, Alì 5, Zambataro ne, Renna. All. Marchesano. Vice: Lazzara.
Gold & Gold Messina: Sidoti A. 7, Genovese 7, Doria, Scimone, Giaimo ne, Manfrè 9, Tartamella 9, Arena ne, Sidoti E. ne, Busco 6, De Angelis 21, Raadik 6. All. Paladina.
Arbitri:  Giunta e Di Mauro. 

Il Gravina fa qualche passettino avanti rispetto alle prime due uscite, ma esce ancora sconfitto per mano di una Basket School Messina opaca ma che si affida a due giovani per piazzare il break vincente, lasciando in panchina i big.

Gli etnei partono così così, ma entrambe le squadre trovano il bersaglio e c’è poco da eccepire. Santonocito da un lato, De Angelis dall’altro: botta e risposta, difese allegre. Poi nel secondo quarto i messinesi spariscono dal campo: il lungo Raadik è ancora indietro, nessuno la mette dentro, così ne approfitta Florio che piazza i punti del sorpasso.

Tutt’altra musica nella seconda metà gara. Coach Paladina rimescola le carte e i suoi assi nella manica sono i suoi due Lorenzo, entrambi trapanesi e classe 2000: la guardia Genovese trova le triple giuste, il lungo Tartamella quella prestanza che mancava sotto canestro. Alla fine Gravina capitola perché non entra più nulla.

Roberto Quartarone

da “La Sicilia” del 15/3/2021

SCG

# Giocatore PTS FF FS TLM TLA TL% 2PM 2PA 2P% 3PM 3PA 3P% RBA RBD RBT BLK PR PP AST HG
5Fodale Simone00000000000000000000
7La Mantia Riccardo011020.000000000000110
10Barbera Gianluca10031250.03475.01911.114501130
17Spina Simone64322100.02450.0010.002201030
19Mastrandrea Angelo Luciano00000000000000000000
21Florio Alessandro13423560.02728.62825.018901110
22Santonocito Enzo 231691181.84666.72366.727902210
31Spampinato Vincenzo23222100.0040.0020.011200220
34Alì Giovanni5320001425.01250.011200100
41Zambataro Luca00000000000000000000
50Renna Antonio020000000010.001100000
 Totale591819172470.8122941.462623.162430058110

BK SH Messina

PTS FF FS TLM TLA TL% 2PM 2PA 2P% 3PM 3PA 3P% RBA RBD RBT BLK PR PP AST HG
00000000000000000000
post

Prima di ritorno

Gravina cede dopo l’intervallo con la Basket School Messina

Peloritani in salute… Etnei acciaccati… Marchesano: «Facciamo i conti con gli infortuni»…

Basket School ME – Sport Club Gravina: 82/65
Parziali: 26-13, 46-34, 64-48
Basket School Messina: Genovese 5, Olivo, Varotta, Warden 18, Scimone 8, Gullo, Busco 12, Black 4, Manfrè 15, De Angelis 18.
SC Gravina: Lewis 5, Fodale 2, Barbera, Coercea, Arena 2, Florio 20, Santonocito 20, Privitera 9, Alì 4, Renna 3.
Arbitri: Di Mauro e De Cillis di Priolo Gargallo

La premiata ditta Florio-Santonocito, come l’hanno definita gli amici peloritani, non è stata sufficiente per interrompere la serie negativa dello Sport Club Gravina.
Il confronto, in verità, non è mai stato in discussione; Gravina si è presentata al PalaMili senza Simone Spina infortunato, con Barbera non in buone condizioni, Alì che stenta a ritrovare la brillantezza di inizio stagione e, come se non bastasse, ha dovuto centellinare l’utilizzo di Arena bloccato da un problema al ginocchio.
Il Basket School non è che abbia messo in bella mostra la solita organizzazione di gioco ma è una squadra in salute, in fiducia, tutti si cercano e segnano con buona circolazione della palla.
Così lo Sport Club ha avuto grandi difficoltà a limitare l’attacco peloritano, mettendo sul piatto della bilancia buone reazioni agli allunghi avversari, riportandosi anche a -10 nel quarto conclusivo, prima che due triple consecutive di Busco chiudessero la gara in maniera definitiva.
“Abbiamo iniziato contratti un impegno già complicato -ha dichiarato coach Marchesano nel dopo partita- e facciamo i conti con i nostri infortuni. Riprenderemo subito il lavoro in vista del confronto interno con Capo D’Orlando che, a questo punto, diventa determinante. In una giornata nel complesso negativa mi piace sottolineare la buona prestazione di Florio e Santonocito e ho ricevuto una buona risposta dalla mia panchina con Saverio Privitera, per esempio, che ha avuto molto spazio giocando una buona partita, intensa”.

SPORT CLUB GRAVINA
ADDETTO STAMPA
ENRICO MAUGERI

post

Ottava d’andata

La vittoria epica sulla Fortitudo Messina

50′ per imporsi sui verdenero… Due triple di Barbera fondamentali: per andare al primo e secondo overtime… Fuori il quintetto per falli… Alì decisivo…

SC Gravina – F. Messina: 88/82 2 ts
Parziali: 17-15, 30-29, 40-46, 60-60, 72-72.
SC Gravina: Barbera 16, Spina 7, Arena 9, Florio 19, Santonocito 16, Alì 22, La Mantia, Renna, Ceorcea, Lo Iacono ne, Mastrandrea ne, Matalone ne. All.: Marchesano.
Fortitudo Messina: Incitti 13, Bellomo 24, Squillaci, Cordaro 12, Bianchi 8, Lanza 8, Barlassina 2, Di Nezza 12, Conteh ne, De Simone 3, Russo ne, Giovani ne. All.: Baldaro.
Arbitri: Lorefice e Filesi P.

Gravina e Fortitudo disputano una partita epica. 50’ di battaglia sportiva, decisa solo alla fine del secondo supplementare. Tutto il tempo in equilibrio, punteggio basso viste le difese forti per 40’, poi succede di tutto.

Daniel Arena

I fortitudini iniziano forte, ma Barbera, Santonocito e Florio da tre ribaltano (dal 6-11 al 13-11). Arena subisce tre sfondi in 20’, ma Di Nezza è solido e i messinesi tengono. Malgrado una distorsione, Florio gioca con grinta anche se non serve: Messina avanti. Nell’ultimo quarto, salgono i ritmi: espulsione di Spina, Arena fa quattro punti di seguito dopo aver subìto un antisportivo, a 1’20” la tripla di Barbera dall’angolo propizia il supplementare.

Gianluca Barbera prende il blocco di Giovanni Alì

Due triple di Incitti solcano la differenza (62-69). Alì ci crede da tre, Florio ruba palla e vola in contropiede, Barbera e Arena rubano un altro pallone, ma è ancora Messina ad andare avanti (67-71), la difesa a uomo di Gravina produce la tripla di Barbera del 72-71. Senza Santonocito, si riparte dalla tripla di Barbera. Anche Arena arriva al quinto fallo, ma la tripla di Florio significa +5. Fuori anche Florio e triplona di Alì, che poi prende il rimbalzo e subisce fallo a 29” dalla fine.

Roberto Quartarone