post

Ottava di ritorno

Ottima partita: si cede di due dopo un OT con il Castanea

Castanea – SC Gravina: 90/88 (dts)
Parziali: 20-21; 37-39; 59-56; 76-76

Castanea: Cosetta ne, Dosic 5, Commisso ne, Di Dio 26, Cortina, Schiavoni 12, Currò ne, Friberg 16, Blair 19, Cordaro 12. Allenatore: Frisenda.
Gravina: Patanè, Fodale, La Mantia, Barbera 14, Spina 13, Mastrandrea, Florio 29, Santonocito 26, Privitera, Alì 6, Zambataro, Renna. Allenatore: Marchesano.
Arbitri: Brusca e Scuderi.

Nell’ultima recita interna della stagione regolare arriva uno dei successi più sofferti per il Castanea Basket 2010 che supera di stretta misura per 90-88 lo Sport Club Gravina autore di un’ottima prestazione. Affermazione giunta soltanto dopo il tempo supplementare perchè al 40′ la tripla scagliata dall’angolo di capitan Di Dio sbatte sul primo ferro.
Nel supplementare Gravina sogna a lungo il colpaccio con l’accoppiata Florio-Santonocito che non sbaglia nulla, servirà un grande Blair per costringere gli etnei al ko. Cinque uomini in doppia cifra che hanno segnato ben 85 punti dei 90 totali, in  una serata caratterizzata dalle assenze di Commisso (a referto ma limitato da un problema al polso), Brusca e Landgren. 
Partita molto godibile a Ritiro, i gialloviola schierano Di Dio, Friberg, Schiavoni, Dosic e Cordaro. L’equilibrio è totale in campo con i ragazzi di coach Marchesano ( Spina, Florio, Patanè, Barbera e Santonocito) che pur non avendo nulla da chiedere al torneo giocano a viso aperto e senza timori. Gran primo quarto del play svedese che sfiora la doppia cifra, a ruota una tripla di Schiavoni, tre punti di Dosic e due rimbalzi di Blair consentono agli uomini di coach Frisenda di rimanere incollati agli avversari (20-21 al 10′).

Il copione non cambia minimamente nel secondo quarto con le due squadre racchiuse in pochi punti. Il quartetto composto da Friberg, Blair e i lunghi Cordaro e Dosic prendono per mano la squadra che però all’intervallo lungo conserva due punti di svantaggio (37-39). Gravina ottiene buone soluzioni alternando le difese e passando dalla zona alla uomo mentre coach Frisenda ruota sette uomini con minuti in campo per Ponzù molto attivo in difesa.
Alla ripartenza i gialloviola completano la rimonta e passano in vantaggio con le giuste iniziative in attacco. Da questo momento sembrerebbe una gara in discesa ma in realtà pur costretto a inseguire Gravina non mollerà mai e lotterà sino all’ultimo istante. Di Dio è on fire e dopo un primo tempo da 4 punti ne segnerà ben 22 negli ultimi venticinque minuti di gara (pur in una serata da 1/13 da tre). Con lui Cordaro si porta a 9 punti mentre Friberg dà sempre grande saggio della qualità in palleggio ma pur stuzzicato dagli avversari alle volte eccede in agonismo. Blair e le sue quattro triple risolveranno molti grattacapi per cui il 59-56 al 30′ lascia immaginare che sarà una gara risolta sui titoli di coda, e sarà proprio così. La gara è molto bella con i rispettivi attacchi abili a colpire le amnesie difensive, diciassette i punti della squadra di casa nei 10 minuti finali. Gravina però ha grande orgoglio e con Spina (13) e Barbera (14) è sempre a contatto e opera anche il sorpasso con diversi viaggi in lunetta. Quando sembra fatta per i peloritani invece gli etnei hanno una grande forza, difendendo bene nell’ultimo possesso con la tripla sbagliata dall’angolo. Alla sirena il 76 pari regala un’emozione supplementare, dove si segna tantissimo con canestri tutti di pregevole fattura. Florio e Santonocito danno saggio di qualità indiscusse al tiro proiettando i compagni anche a due possessi di vantaggio. Di Dio e Blair dovranno impegnarsi, il play giocherà 43 minuti con tre canestri di assoluta qualità in jumper. Per Friberg soliti numeri di spessore: ben 12 rimbalzi conquistati, 6 assist e 35 di valutazione, sarà però Cordaro con una tripla pesantissima a operare il sorpasso e decretare il sofferto successo della propria squadra. Il Castanea, pur con un roster non al meglio, dimostra però fiducia nei propri mezzi e costringe la Just Mary a dover rinviare l’ufficialità del primo posto in classifica.

Da segnalare, però, che la prestazione non è andata giù però a coach Frisenda che a fine gara ha dichiarato: “Sia chiaro non vanno tolti meriti al Gravina che meritava la vittoria per gioco, grinta e voglia di dimostrare. Il problema adesso inizia ad essere il nostro gioco corale che prima deve premiare il sistema e solo successivamente puntare su singoli momenti legati alle grandi qualità individuali che abbiamo a disposizione. Comincio invece a vedere i miei ragazzi deconcentrati dai tabellini personali, difendere con sufficienza e conservazione. Noto egoismo legato da interessi dei singoli e non più di squadra, spero di sbagliarmi ma inizio a vedere i miei ragazzi giocare con appagata voglia e scarsa attitudine, probabilmente ci siamo montati la testa. Mi auguro che non sia cosi e chiarirò personalmente, approfondendo in spogliatoio, questa mia impressione ma la mancanza di gioco penso sia sotto gli occhi di tutti. Sono critico con me stesso figuriamoci con i giocatori, esigo e pretendo che tornino a sentirsi un gruppo senza guardare statistiche e classifica, non abbiamo velleità nè ambizioni di promozione, come più volte ripetuto ma la voglia di vedere il progressivo lavoro rispecchiarsi in campo questa sì la pretendo. I ragazzi devono tornare a sentirsi una squadra unita nel gioco prima, le grandi qualità individuali devono essere al servizio del sistema di gioco. Sicuramente quando si gioca male i meriti sono anche dell’avversario, ed in questa gara molti meriti vanno ascritti allo Sport Club Gravina ma attaccare senza esprimere neanche lontanamente il lavoro che si fa in settimana questo mi crea imbarazzo ed io compio troppi sacrifici per sentirmi imbarazzato. Non ci sto, la mia squadra non può difendere cosi male da prendere 88 punti in casa propria”.

Ufficio stampa Castanea Basket

Castanea

PTS FF FS TLM TLA TL% 2PM 2PA 2P% 3PM 3PA 3P% RBA RBD RBT BLK PR PP AST HG
00000000000000000000

SCG

# Giocatore PTS FF FS TLM TLA TL% 2PM 2PA 2P% 3PM 3PA 3P% RBA RBD RBT BLK PR PP AST HG
5Fodale Simone00000000000011200000
6Patanè Gabriele040000030.000012302000
7La Mantia Riccardo010000000010.012300100
10Barbera Gianluca141000011100.041136.406602340
17Spina Simone134671070.031030.0030.000003360
19Mastrandrea Angelo Luciano00000000000000000000
21Florio Alessandro 29234580.081172.73742.906603120
22Santonocito Enzo26221333.38988.93650.0491300200
34Alì Giovanni6100003475.0020.002202100
41Zambataro Luca00000000000000000000
50Renna Antonio030000010.0010.002200120
 Totale881811121866.7233959.0103132.37303701212140
post

Ottava d’andata

Castanea di una serie superiore !!
Lazzara: «Carattere e intensità per ripartire»

SC Gravina – Castanea: 66/82
Parziali
: 13-29, 31-50 (18-21); 44-62 (13-12), 66-82 (22-20).

Sport Club Gravina: Fodale 2, Patanè 6, La Mantia 3, Barbera 2, Spina 7, Mastrandrea ne, Florio 17, Santonocito 16, Alì 2, Spampinato 6, Zambataro ne, Renna 5. All. Marchesano.
Castanea Messina: Cortina 4, Dosic 12, Commisso, Di Dio Busà 27, Brusca 2, Schiavoni 13, Currò ne, Friberg 17, Ponzù Donato, Cordaro 7, Cosetta ne. All. Frisenda.
Arbitri:
 Brusca e Costanza. 

https://www.facebook.com/Sport-Club-Gravina-1398673917031688/videos

Si interrompe contro la seconda classificata la breve striscia di risultati positivi dei gravinesi di coach Giuseppe Marchesano. Lo Sport Club Gravina cade in casa contro la Castanea Basket nel match valevole per l’ottava giornata del campionato di serie C Silver, che si conclude sul risultato di 66-82.

Un match difficile sulla carta questo contro la Castanea, e in campo è arrivata la conferma.

La squadra ospite guidata da coach Filippo Frisenda non spreca neanche un attimo del match, sin da subito infatti si impone in fase d’attacco e già il primo periodo di gioco risulta essere determinante, concludendosi sul punteggio di 13-29.  

Il secondo quarto vede i ragazzi del presidente Natale De Fino ancora in netto svantaggio, con troppi errori commessi, tanti falli procurati agli avversari e poche azioni concretizzate da parte della squadra di casa, il secondo parziale si chiude 31-50 (18-21).

Il Gravina cerca la svolta negli ultimi due quarti di gioco, mostrando sul parquet tutta la grinta necessaria per riuscire a ribaltare il match. Un’impresa difficile però se non accompagnata dalla giusta determinazione nel mettere a segno i punti; nel terzo quarto le distanze dalla Castanea vengono, seppur di poco, accorciate e si arriva al quarto parziale con il risultato di 44-62 (13-12).

La tensione è palpabile durante l’ultima fase di gioco, protagonista lo Sport Club Gravina che riesce a migliorare in quest’ultimo quarto i tiri, ma che, nonostante ciò, rimane lontano dalla squadra ospite. Negli ultimi minuti di gara si accendono gli animi in campo e proprio allo scadere il Gravina commette un fallo molto discutibile a favore degli avversari, a diciannove secondi dalla fine, Castanea ottiene quindi altri 2 punti dalla lunetta e tra le proteste degli etnei termina il match sul risultato di 66-82 (22-20).

L’amarezza però non può prendere il sopravvento perché in casa Sport Club Gravina si pensa già alla partita di domenica 18 aprile alle 18 in trasferta a San Filippo del Mele contro la Nuova Pallacanestro Messina, attualmente prima in classifica.

“Abbiamo 48 ore per preparare un match difficile come questo contro Messina, sarà senz’altro una prova dura ma il Gravina ha una mentalità vincente e l’essere una squadra unita può far la differenza” dichiara nel post partita coach Marchesano.

Anna Pia Panassidi per SicraPress

All’indomani della sconfitta interna rimediata contro l’A.S.D. Castanea Basket 2010 abbiamo chiesto il parere di Fabio Lazzara, assistente dello Sport Club Gravina di coach Marchesano.

«Avevamo preparato la gara nei minimi particolari -ha commentato Lazzara-, loro hanno un attacco che produce circa 80 punti di media in trasferta e le nostre difese puntavano a rallentare la circolazione della palla così da riuscire ad evitare tiri aperti a Di Dio, Schiavoni e Frieberg e limitare buoni passaggi a Dosic nei pressi dell’area. Abbiamo avuto, invece, una disastrosa partenza sulla quale il Castanea ha costruito un vantaggio che gli ha consentito di mettere al sicuro il risultato. A nulla è valso il coraggioso assalto finale. La nostra è certamente una squadra affiatata, il giocare insieme può essere un vantaggio non da poco ma contro formazioni più forti è necessario provare a stare in partita fino alla fine con carattere ed intensità, prima di tentare il colpo finale».

Nemmeno il tempo di riprendere il fiato e domenica ci attende un’altra sfida contro la corazzata Nuova Pallacanestro Messina.

«Abbiamo quarantotto ore per mettere nel dimenticatoio l’ultimo passo falso -ha continuato Lazzara- ma è necessario, nel contempo, fare tesoro degli errori commessi. La squadra messinese è un’altra prima della classe e il nostro atteggiamento dovrà essere quello chiesto da coach Marchesano, solo così la squadra potrà fare progressi e figurare dignitosamente in un campionato dove, indubbiamente, ci sono formazioni che hanno fatto investimenti importanti».

SPORT CLUB GRAVINA
Pubbliche Relazioni

SCG

# Giocatore PTS FF FS TLM TLA TL% 2PM 2PA 2P% 3PM 3PA 3P% RBA RBD RBT BLK PR PP AST HG
5Fodale Simone20000011100.000000000000
6Patanè Gabriele61122100.02450.0020.011201010
7La Mantia Riccardo300000010.011100.001100100
10Barbera Gianluca2120001425.0030.004400110
17Spina Simone7510002366.711100.021302340
19Mastrandrea Angelo Luciano00000000000000000000
21Florio Alessandro17432366.73475.03837.512301120
22Santonocito Enzo164671070.03560.01714.306611010
31Spampinato Vincenzo6562728.62450.0010.012322210
34Alì Giovanni211020.01425.0020.024601200
41Zambataro Luca00000000000000000000
50Renna Antonio5230001333.31250.001101010
 Totale662323132454.2163348.572725.9722293910110

Castanea

PTS FF FS TLM TLA TL% 2PM 2PA 2P% 3PM 3PA 3P% RBA RBD RBT BLK PR PP AST HG
00000000000000000000