post

Quarta di ritorno

CAPOLISTA PER TRE/QUARTI, MA NON BASTA !!!

SC Gravina – Green Basket PA: 60/73
Parziali
: 12-16, 28-31 (16-15), 49-52 (21-21), 60-73 (11-21).

Sport Club Gravina: Sortino 9, Barbera 10, Ceorcea, Garello 23, Spina 5, Florio, Santonocito 11, Privitera, Alì 2, Zambataro, Renna. All. Marchesano
Green Basket Palermo: Bruno 2, Maisano, Moltrasio 12, Dimarco 7, Buterlevicius 18, Lombardo 16, Audino, Ronconi 3, Caronna 13, Vucenovic 2. All. Verderosa
Arbitri: Beccore L. (ME) – Giunta F. (RG)

Ci abbiamo provato a mettere sotto il Green Basket, senza presunzione ma con la consapevolezza di aver preparato il match con tutti gli accorgimenti necessari.
Coach Marchesano aveva chiesto grande intensità difensiva perché nel corso della partita il numero di possessi si sarebbe rivelato determinante e ci avrebbe consentito un margine di errori più ampio.
Con Garello ormai costantemente nelle vesti di sorvegliato speciale, anche se Valen continua a fare il suo, abbiamo provato ad eludere la difesa adattata del Green ma con fatica, dopo due parziali di sostanziale equilibrio, solo nel terzo siamo riusciti a produrre un allungo di +7 con le triple di Barbera e Sortino e un canestro di Santonocito.
Palermo ha impiegato poco a recuperare il gap, con Ronconi e Buterlevicius dall’arco, evitando di prendere un’imbarcata e presentandosi avanti per 52 a 49 all’inizio dell’ultimo quarto.
Il Green non solo allungava bruscamente, sfruttando le nostre incertezze e continuando a presidiare la propria area, ma metteva in cassaforte una partita sulla quale ha pesato la deludente percentuale al tiro dalla lunga distanza da parte dei nostri, tenuti a galla dalle prestazioni di Sortino, Barbera e Garello.
Dopo la pausa natalizia ed il turno di riposo la squadra tornerà in campo l’8 gennaio a Capo D’Orlando.

Comunicato Sport Club Gravina

Sfuma sul più bello la piccola impresa del Gravina: nella partita più imprecisa dai 6,75, gli uomini di coach Marchesano si inchinano a un Green Palermo che merita ampiamente la vetta, per qualità e completezza di roster. La gara è equilibrata e i palermitani danno lo strappo negli ultimi 12’, grazie a un superlativo Buterlevicius.
A suo sostegno, sul perimetro opera un preciso e diligente Moltrasio, mentre in area è dominante Caronna.
Per i padroni di casa, ennesima prova generosissima di Valen Garello, che trova in Dario Sortino un’ottima spalla (l’unico preciso dalla distanza) ed Enzo Santonocito un grande partner sotto canestro.
In attesa del prossimo big match contro gli Svincolati Milazzo, gli etnei chiudono secondi in classifica questo 2021 straordinario.

Roberto Quartarone

https://www.sicrapress.it/basket-gravina-lenergia-non-basta-ko-contro-palermo/

SCG

# Giocatore PTS FF FS TLM TLA TL% 2PM 2PA 2P% 3PM 3PA 3P% RBD RBA RBT BLK PR PP AST HG
9Sortino Dario920000020.03650.010102110
10Barbera Gianluca1021010.02450.02366.730303000
11Ceorcea Alexandru01000000000010100000
13Garello Valentin23376875.041040.03560.070706610
17Spina Simone5111250.02450.0010.020203250
21Florio Alessandro040000010.0070.021312110
22Santonocito Enzo11323560.04666.7030.050503400
25Privitera Saverio00000000000000000000
34Alì Giovanni23122100.0010.0010.013402010
41Zambataro Luca00000000000000000000
50Renna Antonio020000000020.000001010
 Totale602112121866.7122842.982828.62242612214100

Green

PTS FF FS TLM TLA TL% 2PM 2PA 2P% 3PM 3PA 3P% RBD RBA RBT BLK PR PP AST HG
00000000000000000000
post

Quarta d’andata

Marchesano: «Faremo tesoro della sconfitta»

Green PA – SC Gravina: 76/61
Parziali: 23-14, 44-27, 59-42, 76-61

Green: Bruno 5, Maisano, Genuardi, Signorini 7, Moltrasio 8, Dimarco 2, Buterlevicius 15, Lombardo 9, Audino, Caronna 24, Vucenovic 6. All. Verderosa
Gravina: Sortino 4, Barbera 4, Ceorcea 2, Garello 19, Spina 5, Mastrandrea n.e., Florio 13, Santonocito 11, Alì, Zambataro n.e., Renna 3. All. Marchesano
Arbitri: Calogero Cappello e Carmelo Fiannaca di Porto Empedocle

Non c’è dubbio, un solo allenamento nell’ultima settimana ha creato più ruggine che altro ma con chiarezza bisogna sottolineare la grande solidità del Green Basket Palermo che a pieno titolo si conferma come prima forza del campionato (ma lo sapevamo già, almeno noi).
E’ stata una giornata complicatissima per la difesa, perché il palermitano Caronna ha avuto un impatto devastante sulla partita, tanti i rimbalzi e i palloni vaganti lasciati agli avversari e la loro rapida circolazione della palla ha creato varchi e tiri aperti fin troppo comodi. Noi, che per gran parte del primo quarto eravamo riusciti a tener botta, abbiamo perso il controllo della gara appena Valen Garello, per la prima volta affrontato da una difesa attenta e pronta agli aiuti, è stato richiamato in panchina per falli.
Si è rivista qualche forzatura al tiro, qualche passaggio avventato, quando invece sarebbe stato il caso di gestire tempo ed energie. Gli uomini di coach Marchesano, comunque, hanno avuto il merito di non disunirsi e nonostante lo scarto finale nessuno si sogna di considerare la prova odierna come una disfatta.
Consideriamola semplicemente una trasferta da archiviare in fretta, iniziata, tra l’altro, con un gravissimo incidente autostradale alle porte di Palermo che non ha coinvolto la squadra ma l’ha costretta a raggiungere il PalaMangano appena dieci minuti prima dell’inizio della partita. Arriva, opportuno, il turno di riposo che riconsegnerà al campionato una formazione ritemprata e pronta a dare battaglia, com’è nel nostro DNA.

All’indomani della sconfitta di Palermo, il coach dello Sport Club Gravina, Giuseppe Marchesano, non ha mancato di esprimere il proprio parere: «Ho visto e rivisto le fasi salienti della gara -spiega il tecnico dello Sport Club- e faccio i complimenti al Green Basket, squadra costruita per vincere il campionato, per la buona prestazione. Sono sicuro, però, che se avessimo avuto la possibilità di prepararci al meglio, avremmo potuto dire la nostra fino alla fine. Bravi loro a tenerci a 60 punti, non altrettanto si può dire di noi, puntuali a sbagliare tanti tiri aperti concessi dalla loro difesa chiusa in area. Facciamo tesoro di questa sconfitta per tornare in palestra a lavorare, consapevoli di dover crescere ancora per raggiungere l’obiettivo di una salvezza senza patemi».

Comunicato Sport Club Gravina

Niente ‘streghe’ nella notte di Halloween per il Green Basket Palermo, che gestisce per la quasi totalità dei 40’ di gioco il big match della quarta giornata di C Gold “Memorial Fathallah”, battendo lo Sport Club Gravina per 76-61.

Partenza in equilibrio con ritmo sin da subito alto, che porta anche ad alcuni errori di misura. Ne esce meglio Gravina che ruba e appoggia in campo aperto i punti in apertura. Caronna lato Green mette subito le carte in tavola con 6 punti nei primi 4’ di gioco, dichiarando le sue intenzioni di giornata. Garello imperversa nel pitturato biancoverde, mentre Buterlevicius rifinisce sempre con grande precisione. L’equilibrio, manco a dirlo, lo rompe Caronna prima con la tripla (accolta dagli dei del gioco) e poi con la rubata e successiva inchiodata su assist di Signorini. Gravina, in rottura prolungata col canestro e senza Garello in panchina con problemi di falli, sprofonda sul 23-14 di fine primo quarto. Buterlevicius con la bomba a marchio registrato dall’angolo aumenta il compasso, mentre Florio e Santonocito provano a non far scappare i buoi dal recinto. La panchina biancoverde si conferma calda e pronta ad entrare in azione, con Signorini e Vucenovic a dire la loro in una e nell’altra metà campo. Lombardo con 5 punti di fila e Moltrasio con un’altra tripla creano la voragine e all’intervallo è 44-27.

La reazione ospite arriva nel terzo periodo con la bomba in apertura di Santonocito e l’assistenza per i compagni in attacco di capitan Barbera. Caronna non ne sbaglia una, mantenendosi su medie realizzative impressionanti sin da inizio stagione, ma con i quattro punti di fila di Sortino dalla panchina per Gravina il passivo degli etnei al 27’ si riduce a 13 punti (53-40). Il Green è famelico in uscita dal timeout, con un 9-0 di parziale a firma Dimarco-Caronna-Buterlevicius che spezza il fiato a Gravina. il 59-42 con il quale si apre l’ultimo quarto assomiglia tanto ad un’impresa impossibile per i ragazzi di Marchesano, che però hanno il merito di non mollare nel finale, con i punti di Spina, Florio e la tripla di Renna quando ormai però era già troppo tardi. Caronna chiude il suo match di Halloween con maschera e sega circolare (24 punti e media partita stagionale alzata a 20,1), mentre Bruno dalla lunetta apre la strada all’esordio di Genuardi e all’ingresso di Maisano.

Finisce 76-61 un match con poca storia, complice una prestazione davvero solida dei palermitani e una condizione non ottimale di Gravina, che non potrebbe essere altrimenti visti i pochi allenamenti della tribolata settimana appena trascorsa per tutta la provincia etnea. Aggancio in vetta alla classifica a quota 6 punti e possibilità di sorpasso già settimana prossima, quando Gravina osserverà il turno di riposo e il Green sarà impegnato a Capo d’Orlando contro l’Orlandina Lab ancora a quota zero punti in classifica.

Lorenzo Anfuso
Addetto Stampa Green Basket Palermo

Green

PTS FF FS TLM TLA TL% 2PM 2PA 2P% 3PM 3PA 3P% RBD RBA RBT BLK PR PP AST HG
00000000000000000000

SCG

# Giocatore PTS FF FS TLM TLA TL% 2PM 2PA 2P% 3PM 3PA 3P% RBD RBA RBT BLK PR PP AST HG
9Sortino Dario42100022100.0030.020202110
10Barbera Gianluca42122100.011100.0040.041503220
11Ceorcea Alexandru2000001250.000000001000
13Garello Valentin19253475.081457.1020.071805210
17Spina Simone542020.01425.01333.311203110
19Mastrandrea Angelo00000000000000000000
21Florio Alessandro1322010.05771.41714.322415410
22Santonocito Enzo114122100.03475.01812.572924400
34Alì Giovanni010000000020.000002100
41Zambataro Luca00000000000000000000
50Renna Antonio3100000001250.000000000
 Totale61181271163.6213461.843112.9237303251560