post

Top Scorer C Gold

Garello, leadership confermata: è il migliore delle due fasi

Ha vinto la classifica marcatori della prima fase di C Gold Fathallah, si è confermato nella seconda: l’ala del Gravina Valentín Garello ha chiuso con 400 punti in 17 presenze, con una media di 23.5 a gara, che lo conferma al vertice dei cecchini del campionato siculo/calabro. «Non credo sia un merito individuale, quindi devo dire grazie alla mia squadra, ai miei colleghi e alla società Gravina», ha scritto il rosarino su Instagram.

Giocatore carismatico, Garello ha dimostrato la sua forza soprattutto vicino al canestro: malgrado sia un’ala piccola, ha dominato come “4” grazie alle sue penetrazioni, bilanciando i tiri pesanti dei compagni e dando una mano fondamentale a Santonocito nella lotta al rimbalzo.

Nella sola fase orologio, che si è dispiegata su sei giornate, il miglior marcatore è stato Raivis Scerbinskis, complici i guai fisici di Garello, con 136 punti in 6 gare; la miglior media è di Giovanni Scialabba (25,2 punti in 5 gare). La miglior prestazione stagionale rimane quella di Arturs Bricis, con 37 punti in Fortitudo-Castanea.

#NomeetàruolosquadraGPTMedia
1Garello Valentin25AP  SC Gravina1740023,53
2Scerbinskis Raivis25AG  BS Messina1839521,94
3Budrys Matas26AG  NP Messina918921,00
4Latella Domenico26AG  Vis RC1836120,06
5Perriere Steven27C  NP Messina1223719,75
6Tinto Daniele26G  BS Gela1733519,71
7Lisica Tonci20G  Orlandina Lab917519,44
8Barnaba Giacomo23AG  Svincolati Milazzo1732018,82
9Caronna Giuseppe28C  Green PA1731518,53
10Bricis Arturs30AP  Fortitudo Me1018118,10
11Caiola Emanuele29AP  BS Gela1729317,24
12Bellomo Roberto 26P  Fortitudo Me1830717,06
13Dmitrovic Mladen23G  Dierre RC1728216,59
14Fall Serigne Abdoul Ahad44AG  Catanzaro1829416,33
15Papazov Radostin24AP  Castanea1727716,29
16Alberione Nicolas21P  Svincolati Milazzo1828115,61
17Banin Andrea28P  Castanea/Vis Rc1828015,56
18Denafs Davis20G  Castanea1827815,44
19Scialabba Giovanni22P  Dierre RC1725815,18
20Sabeckis Deividas31P  Svincolati Milazzo1116515,00
21Lo Faro Federico29AP  Cus Catania1522214,80
22Bajc Martin28P  BS Gela1420114,36
23Bergaudas Arminas21G  Barcellona1521314,20
25Lombardo Giuseppe39AG  Green PA1622013,75
26Santonocito Enzo30C  SC Gravina1723413,76
27Seye Babacar23C  Barcellona1520413,60
28Sindoni Hernan25AP  Svincolati Milazzo1520213,47
29Caiola Gaspare25AG  BS Gela1722713,35
30Milekic Marko27AP  BS Gela1722613,29

RQ. da Basketcatanese del 23/3/2022

post

Valen Garello

“Il futuro? Gravina è la mia casa”

Ha fatto parlare di se ancora prima di mettere piede in terra sicula. Arrivato alle pendici dell’Etna a settembre, l’argentino Valentin Garello ha stravolto le sorti del campionato dello Sport Club Gravina. A inizio stagione la nuova avventura in Serie C Gold necessitava l’investimento, da parte della società etnea, in un giocatore capace di trascinare il gruppo verso il successo. La scelta, dopo un’attenta analisi del gruppo dirigenziale, è ricaduta sul profilo del ventiquattrenne argentino di Rosario: “Un buon tiratore, considerato anche un ottimo difensore  che assicura puntuale presenza al rimbalzo”, così all’epoca è stato presentato dalla società. Con un bagaglio di esperienze pregresse non indifferente in TBF e nella Liga Argentina, Garello in Italia arriva per stupire e centra l’obiettivo già nelle prime gare, consapevole, come lui stesso dichiara, di dover rispettare le alte aspettative della società: “Prima di venire in Italia sapevo che sarei stato l’unico straniero in squadra e che naturalmente si aspettavano che facessi una certa differenza nella categoria, ma la verità è che non conoscevo il campionato e nemmeno i miei compagni di squadra, quindi non sapevo cosa avrei trovato. Inizialmente non comprendere ne parlare l’italiano è stato per me un grande ostacolo, soprattutto per il rapporto con i miei compagni che sono insieme da anni e sono un bel gruppo, ma ho avuto pazienza e pian piano l’adattamento con la squadra è andato molto bene, li stimo molto come giocatori e ormai siamo tutti grandi amici”. L’incidenza di Garello sul percorso fatto finora dal Gravina è stata ben visibile: chiudere la prima fase del campionato al terzo posto sembrava impossibile a inizio stagione; l’argentino si è fatto notare da tutti, con statistiche da record a gennaio si è aggiudicato il titolo di miglior marcatore di Serie C e iniziata la fase a orologio ha tenuto premuto l’acceleratore contribuendo così a far ottenere al Gravina la qualificazione ai playoff, vista come un vero e proprio traguardo: ”Questa conquista per me rappresenta un premio e un riconoscimento della grande squadra che formiamo. Mettiamo il cuore in ogni partita ed è una grande gioia essere premiati così”. Ma il cammino della squadra di coach Giuseppe Marchesano continua, i gravinesi si preparano infatti alla sfida più ardua della fase a orologio di Serie C Gold; domenica, lontani dalle mura amiche dovranno affrontare la seconda della classe, il Basket School Messina: “Stiamo preparando la gara sulla base dei nostri errori-dichiara Garello-Marchesano e il vice Lazzara ci danno sempre una buona preparazione, durante la settimana di allenamento guardiamo i video dei nostri errori  e quelli delle squadre che dobbiamo affrontare, così possiamo sempre arrivare alla domenica con la consapevolezza di aver studiato bene la gara, poi in campo non sempre va come si vuole. Personalmente però la mia grande sfida è cercare sempre di essere un compagno di squadra migliore, lavorare per la squadra e non perdere la concentrazione, fortunatamente Fabio Lazzara mi aiuta molto a gestire questi miei aspetti mentali”.

Mentre il futuro di tutti i componenti dello Sport Club Gravina è ben chiaro e non si distacca dal contesto “familiare” che negli anni si è venuto a creare, per l’argentino si presenta come un foglio bianco ancora da scrivere e lui non si azzarda ancora a fare previsioni: “La verità è che non mi piace pensare al futuro, ora voglio solo godermi ogni giorno che resta qui a Gravina, sono molto felice di essere qui a Catania.  Al di là della bellezza del mare e dell’Etna, ho incontrato persone molto cordiali e amichevoli, e questo è molto importante per me.  Dal primo giorno lo staff del Gravina, dirigenti e colleghi mi hanno trattato in modo incredibile. Ora che la fine è vicina sono un po’ triste e so che sarà difficile andarmene da qui, ma sono senz’altro felice che a breve potrò rivedere la mia gente in Argentina. Ciò che accadrà a fine campionato non è nelle mie mani, spero solo che il mio futuro continui ad essere felice giocando a basket”.

gli articoli di Sicrapress

post

Garello: «Sono un giocatore versatile, a disposizione della squadra»

L’argentino Valentín Garello, nuova ala dello Sport Club Gravina che affronterà la Serie C Gold, si è presentato al termine dell’amichevole contro l’Alfa. 
Nato a Rosario il 9 marzo 1997, 196 cm, ha esordito in Liga A con il Boca Juniors (quattro punti in cinque partite tra il 2014 e il 2016), ha poi vestito le maglie di Deportivo Norte de AmstrongCinco Saltos e Petrolero de Plaza Huincul.

«Sono incantato della città e della gente – queste le sue parole –. Mi hanno trattato in modo incredibile, sono contento. Mi sento molto a mio agio, i ragazzi sono bravi fuori dal campo, mi sono integrato rapidamente. Sono buone persone, ci sono buone vibrazioni. Per me è molto buono. Sono un giocatore che non ha talento da vendere, ma l’atteggiamento e la difesa mi permettono di sopperire. Semplicemente spero di dare una mano da dietro, tranquillamente. Sono molto versatile, ne ho parlato con Peppe Marchesano: posso giocare da 2, da 3 e anche da 4. Sono a disposizione, dove serve! Quand’ero giovane ho avuto un’esperienza al Boca Juniors, poi sempre in seconda e terza divisione. Non so ancora molto degli avversari, ma tutte le partite saranno dure e dobbiamo essere uniti, una squadra, per vincere!»

Roberto Quartarone

[Guarda l’intervista nella pagina Multimedia👉 Video]