Campionati sospesi

Con la delibera n. 42 del 30/12/2021, il commissario straordinario Cristina Correnti ha deliberato la sospensione di tutti i campionati ad organizzazione regionale fino al 16 gennaio 2022. Entro il 9 gennaio, l’ufficio gare riprogrammerà l’attività sospesa.

La decisione è arrivata per la notizia della positività al coronavirus di molti giocatori, arbitri e ufficiali di campo e anche all’isolamento fiduciario di molti altri addetti ai lavori.

da Basketcatanese

post

Quarta di ritorno

CAPOLISTA PER TRE/QUARTI, MA NON BASTA !!!

SC Gravina – Green Basket PA: 60/73
Parziali
: 12-16, 28-31 (16-15), 49-52 (21-21), 60-73 (11-21).

Sport Club Gravina: Sortino 9, Barbera 10, Ceorcea, Garello 23, Spina 5, Florio, Santonocito 11, Privitera, Alì 2, Zambataro, Renna. All. Marchesano
Green Basket Palermo: Bruno 2, Maisano, Moltrasio 12, Dimarco 7, Buterlevicius 18, Lombardo 16, Audino, Ronconi 3, Caronna 13, Vucenovic 2. All. Verderosa
Arbitri: Beccore L. (ME) – Giunta F. (RG)

Ci abbiamo provato a mettere sotto il Green Basket, senza presunzione ma con la consapevolezza di aver preparato il match con tutti gli accorgimenti necessari.
Coach Marchesano aveva chiesto grande intensità difensiva perché nel corso della partita il numero di possessi si sarebbe rivelato determinante e ci avrebbe consentito un margine di errori più ampio.
Con Garello ormai costantemente nelle vesti di sorvegliato speciale, anche se Valen continua a fare il suo, abbiamo provato ad eludere la difesa adattata del Green ma con fatica, dopo due parziali di sostanziale equilibrio, solo nel terzo siamo riusciti a produrre un allungo di +7 con le triple di Barbera e Sortino e un canestro di Santonocito.
Palermo ha impiegato poco a recuperare il gap, con Ronconi e Buterlevicius dall’arco, evitando di prendere un’imbarcata e presentandosi avanti per 52 a 49 all’inizio dell’ultimo quarto.
Il Green non solo allungava bruscamente, sfruttando le nostre incertezze e continuando a presidiare la propria area, ma metteva in cassaforte una partita sulla quale ha pesato la deludente percentuale al tiro dalla lunga distanza da parte dei nostri, tenuti a galla dalle prestazioni di Sortino, Barbera e Garello.
Dopo la pausa natalizia ed il turno di riposo la squadra tornerà in campo l’8 gennaio a Capo D’Orlando.

Comunicato Sport Club Gravina

Sfuma sul più bello la piccola impresa del Gravina: nella partita più imprecisa dai 6,75, gli uomini di coach Marchesano si inchinano a un Green Palermo che merita ampiamente la vetta, per qualità e completezza di roster. La gara è equilibrata e i palermitani danno lo strappo negli ultimi 12’, grazie a un superlativo Buterlevicius.
A suo sostegno, sul perimetro opera un preciso e diligente Moltrasio, mentre in area è dominante Caronna.
Per i padroni di casa, ennesima prova generosissima di Valen Garello, che trova in Dario Sortino un’ottima spalla (l’unico preciso dalla distanza) ed Enzo Santonocito un grande partner sotto canestro.
In attesa del prossimo big match contro gli Svincolati Milazzo, gli etnei chiudono secondi in classifica questo 2021 straordinario.

Roberto Quartarone

https://www.sicrapress.it/basket-gravina-lenergia-non-basta-ko-contro-palermo/

SCG

# Giocatore PTS FF FS TLM TLA TL% 2PM 2PA 2P% 3PM 3PA 3P% RBA RBD RBT BLK PR PP AST HG
9Sortino Dario920000020.03650.001102110
10Barbera Gianluca1021010.02450.02366.703303000
11Ceorcea Alexandru01000000000001100000
13Garello Valentin23376875.041040.03560.007706610
17Spina Simone5111250.02450.0010.002203250
21Florio Alessandro040000010.0070.012312110
22Santonocito Enzo11323560.04666.7030.005503400
25Privitera Saverio00000000000000000000
34Alì Giovanni23122100.0010.0010.031402010
41Zambataro Luca00000000000000000000
50Renna Antonio020000000020.000001010
 Totale602112121866.7122842.982828.64222612214100

Green

PTS FF FS TLM TLA TL% 2PM 2PA 2P% 3PM 3PA 3P% RBA RBD RBT BLK PR PP AST HG
00000000000000000000
post

Riflessioni da D.T.

Una brutta sconfitta…

Ha scelto l’indomani dello scivolone di Barcellona e lo ha fatto di proposito. Davide Cavazza, Team Manager e storica bandiera della società, ha voluto fare il punto sulla stagione dello Sport Club Gravina. “Una brutta sconfitta e pure inaspettata per come è maturata -ha esordito-. Barcellona ha fatto una buona prestazione ma noi siamo stati irriconoscibili, oltre a perdere il filo tecnico siamo andati in barca mentalmente, neppure a Palermo avevo visto la squadra così in difficoltà”.
Poi Cavazza ha fatto un salto indietro alla travagliata estate che ha preceduto l’avvio del campionato di serie C Gold.
“Per noi i costanti progressi della gestione Marchesano e la grande coesione del gruppo hanno sempre rappresentato certezze ma avevamo la necessità di alzare l’asticella del nostro livello tecnico -ha continuato-. La ricerca di giocatori validi per affrontare un torneo così impegnativo si è rivelata più complessa del previsto ed è stato allora che ci siamo decisi a guardare al mercato estero. Il coach ha fatto le proprie valutazioni su un profilo interessante che avesse determinate caratteristiche, le abbiamo condivise e con il nulla osta del Presidente è arrivato Garello, un ragazzo dotato di un temperamento estremamente positivo oltreché di notevoli capacità tecniche. Poi il roster è stato completato con il ritorno di Dario Sortino , una certezza perché fa parte della nostra famiglia e già in un paio di circostanze, a Gela e a Milazzo, è stato assolutamente decisivo. Certamente ci mancano centimetri sotto i tabelloni, come nelle stagioni precedenti del resto, ma non c’è dubbio come l’arrivo di Dario e Valentin abbia consentito a coach Marchesano di apportare sostanziali variazioni alle nostre soluzioni nelle due fasi del gioco”.
Adesso la squadra è attesa dagli ultimi tre confronti della prima fase, due di questi al PalaCus proprio contro Green Basket Palermo e Svincolati Milazzo con i quali lo Sport Club Gravina occupa attualmente la testa della classifica.
“Quale che sia il nostro piazzamento alla fine della stagione regolare ci sarà da sbracciarsi anche nelle fasi successive, perché il girone Bianco è di buon livello tecnico -ha concluso Cavazza-. Però, a differenza delle stagioni trascorse, abbiamo finora occupato posizioni di vertice costringendo qualsiasi avversario ad affrontarci con la massima attenzione. Perciò per noi è una vera e propria prova di maturità, già da sabato prossimo contro Palermo dovremo dimostrare, innanzitutto a noi stessi, che questo positivo periodo non è frutto della casualità ma il risultato di un programma tecnico in continua evoluzione, della forza del gruppo, del nostro grande cuore”.