post

Seconda di ritorno

Casiraghi: 4/7 da tre e 31 punti… Solo il secondo quarto fa spaventare i gialloblù… 16 punti per Santonocito e 15 per Saccà…

Giarre – Gravina 76–61
Parziali: 26-13, 44-33, 59-50.

BASKET GIARRE: Costanzo M., Leonardi A. 3, Vitale G. 5, Leonardi N. 3, Arcidiacono 10, Marzo 18, Cantarella 4, Maida ne, Saccone 2, Motta ne, Casiraghi 31. All.: D’Urso.
GRAVINA: Ferrara 4, La Mantia R., La Mantia G. 9, Barbera 3, Santonocito 16, Genovesi 11, Alì 2, Privitera 1, Saccà 15, Renna. All.:Marchesano.
Arbitri: Puglisi e Parisi.

La quinta perla inanellata da Giarre compone una bella collana, impreziosita dal quinto posto in classifica con Barcellona. Il primo quarto decide la gara: un inizio strepitoso per gli uomini di coach Simone D’Urso, che si affidano all’implacabile ex Claudio Casiraghi: nella sua miglior prestazione stagionale (condita da triple, penetrazioni di potenza, arresti-e-tiri), mette una precisione e una voglia che testimoniano il suo ottimo stato di forma e infiammano il PalaCannavò. Al suo fianco, il solito trio Vitale-Marzo-Arcidiaconoconfeziona un’altra prova con i controfiocchi, sostenuti dai muscoli di Cantarella sotto canestro e dalla verve dei fratelli Leonardi e Saccone lontano dall’anello.

Gravina si scompone nei primi minuti di gara, ma non scompare. Prova continuamente a rientrare, non riuscendo però mai a ritagliarsi meno di 8 punti di svantaggio. Enzo Santonocito ci prova in tutti i modi, fa pentole e coperchi, ma se a segnare sono solo Roberto Saccà e Giuliano La Mantia è dura. Ci prova invece Alberto Genovesi, chiamato a sostituire Alì gravato di falli, che si esalta al tiro dai 6,75, ma ogni volta che si prova a entrare in scia i giarresi sono lì a rompere l’inerzia. E così Gravina rimane sempre a una vittoria dalla zona salvezza, ma paga sempre oltremodo le assenze che di volta in volta decimano il roster.

Roberto Quartarone

post

Prima di ritorno

Rimonta e vittoria sull’Orlandina Lab

Santonocito “il protagonista”… Non serve il 10-29 del secondo quarto ai paladini… La rimonta inizia con i canestri di Spina e Barbera…

Gravina – Orlandina Lab 72–68
Parziali: 29-17, 39-46 (10-29), 52-59 (13-13), 72-68 (20-9).

GRAVINA CATANIA: Santonocito 23, Alì 13, Spina 12, Barbera © 11, La Mantia G. 8, Saccà 5, Ferrara C., Minardi, Attanasio, Genovesi, Renna. All.: Marchesano. Vice: Lazzara.
ORLANDINA LAB: Fazio 18, Knepa 15, Triolo 12, Carlo Stella 9, Galipò 9, Colica 4, Giacoponello, Ravì, Ioppolo ne, Lo Iacono ne, Starvaggi S. ne, Parrinelli ne, All.:Brignone, Vice: Franza.
ARBITRI: Massari e Cappello.

Gravina c’è e al termine di una partita tirata e difficile si impone di quattro punti sull’Orlandina Lab. Gli etnei hanno dalla loro un Enzo Santonocito autore di 23 punti e tanta sostanza. La partita si decide nell’ultimo quarto, dopo una prima metà che le due squadre si dividono e in cui Antonio Fazio e compagni rimontano il +12 dei primi 10′ portandosi sul -7 di metà gara. A spingere la rimonta sono Spina e Barbera, con l’ala MVP della gara che chiude il cerchio e porta due punti fondamentali nella rincorsa per tirarsi fuori dalla zona play-out.

R.B.C.

post

Ultima d’andata

La tripla di Barbera dà la vittoria al Gravina

Chiusa la serie nera con una vittoria al supplementare contro il Cocuzza… Equilibrio e continui batti e ribatti… La miglior partita di Giovanni Alì…

Gravina-Cocuzza 69-65 OT
Parziali: 14-18, 26-26, 47-42, 61-61.

Sport Club Gravina: La Mantia R. 2, Ferrara C., Minardi 2, La Mantia G. 16, Barbera 10, Spina 9, Duscio ne, Santonocito 15, Ferrara F. ne, Alì 16, Renna. All.: Marchesano.
Cocuzza San Filippo: Vozza 8, Ettaro 4, Cassisi 3, Knyza 13, Lipari ne, Costa 6, Maida 2, Pesic 19, Piperno 11, Cocuzza. All.: Li Vecchi.
Arbitri: Di Mauro e De Cillis.

Continua a leggere